La navicella Soyuz

Con la salita di Nespoli sulla ISS, abbiamo sentito parlare del veicolo spaziale Soyuz. Il nome Soyuz, che in russo vuol dire Unione, è assegnato ai veicoli provenienti dal programma spaziale russo iniziato negli anni 60 e che impiegavano gli omonimi lanciatori del cosmodromo russo di Baykonur in Kazakistan. Daniele Missaglia, IU2DMI

Come inserire AO-85 in ORBITRON

Orbitron è sicuramente il programma di traking satellitare più diffuso. La prima cosa che si scopre avvicinandosi a questo software è che mancano alcuni satelliti nella sua configurazione di default; ciò dipende dal fatto che il software non scarica i dati Kepleriani diffusi settimanalmente dall’AMSAT. Vediamo come aggiungerli: Innanzitutto lanciamo Orbitron e clicchiamo sull’icona A…

School contact: vietato disturbare!

Con la risalita sulla ISS dell’astronauta italiano Paolo Nespoli, per noi radioamatori cresce la speranza di riuscire a collegare la Stazione Spaziale anche in fonia. Paolo Nespoli (IZ0JPA) farà collegamenti con le scuole, schedulati da già da mesi, attraverso il cosidetto sistema telebridge. La vita a bordo della ISS è frenetica per via degli esperimenti.…

EO-88 (NAYF-1)

Nayif-1 è la prima missione 1U CubeSat realizzata dagli Emirati Arabi Uniti, sviluppata dalla Dubai Emirates Institute for Advanced Science and Technology (EIAST), in collaborazione con l’American University of Sharjah (AUS). Il programma di sviluppo mira a perfezionare le capacità degli studenti di ingegneria nelle tecnologie spaziali degli UAE. Il progetto è stato infatti assegnato…

APRS RS0ISS-1

Sentiamo spesso parlare di Packet Radio a proposito di ISS. Come operare? Quale setup particolare è necessario? E’ lo scopo di questo articolo, che si propone di descrivere in modo semplice e pratico tutti i passi e le attrezzature da impiegare. Il sistema permette sia di inviare un messaggio direttamente a chi, in quel momento,…

L’EME, un laboratorio da oltre sessant’anni

L’ acronimo EME sta a significare Earth-Moon-Earth, una tecnica di comunicazione radio passiva nota anche come rimbalzo sulla luna ovvero Moonbouncing. Questa tecnica consiste nell’inviare un forte segnale in direzione della luna per sentirlo ritornare sulla terra dopo qualche secondo, molto attenuato per effetto del potere riflettente della superficie lunare. L’effetto era già noto ai…